Archivio della categoria: Viaggi

Guida Traghetti Sardegna: i collegamenti da e per la sardegna in traghetto

La Sardegna occupa una posizione centrale nel Mediterraneo ed è un’isola estremamente variegata, sia a livello culturale che territoriale. Grazie a tutti questi aspetti, la Sardegna rappresenta una meta ideale per tutti gli amanti della natura e del mare, per chi ama la montagna, il trekking e le escursioni boschive e persino per chi ama visitare luoghi con un grande patrimonio storico e ricchezza culturale.

La Sardegna è la seconda isola più grande del Mar Mediterraneo, con paesaggi naturali particolarissimi, dove si alternano boschi, montagne, laghi, fiumi e torrenti, cascate, spiagge sabbiose e ripide scogliere.

Come raggiungere la Sardegna

Il metodo migliore per raggiungere la Sardegna è sicuramente attraverso il mare, sfruttando i numerosi traghetti che partono dalle coste occidentali della Penisola.

I maggiori porti della Sardegna sono tutti in corrispondenza degli snodi e delle città principali: Cagliari, Porto Torres, Santa Teresa di Gallura, Olbia, Arbatax e Golfo degli Aranci.

Cagliari: si giunge nel capolugo sardo da diverse città dell’Italia Peninsulare, ovvero Civitavecchia, Napoli e Palermo.

Porto Torres: si trova sulla costa settentrionale ed è collegato con Civitavecchia e Genova per quanto riguarda l’Italia, ma è raggiungibile anche da Barcellona (Spagna) e Tolone (Francia) a bordo dei traghetti della compagnia marittima Grimaldi Lines.

Santa Teresa di Gallura: si trova nella parte settentrionale della Sardegna ed è raggiungibile dal porto di Bonifacio, in Corsica, con viaggi della durata di poco meno di un’ora.

Olbia: è collegata con tratte effettuate giornalmente o settimanalmente da Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia.

Arbatax: può essere raggiunta da traghetti da Civitavecchia e Genova. Tuttavia, esistono anche delle rotte interne alla stessa Sardegna e che collegano il porto di Arbatax con Olbia e Cagliari.

Golfo degli Aranci: è facilmente raggiungibile dal porto di Livorno per quanto riguarda la Penisola italiana, ma esistono anche collegamenti con Porto Vecchio (Corsica) e con Nizza (Francia)

Compagnie di navigazione con traghetti per la Sardegna

Vediamo quali sono le compagnie che effettuano tratte da e per la Sardegna.

Tirrenia: con quasi un secolo di esperienza nella navigazione, questa compagnia mette a disposizione le navi della propria flotta per tratte che coprono i porti delle maggiori città della Sardegna (Olbia, Cagliari, Porto Torres e Arbatax).

Moby Lines: è una compagnia che effettua rotte in tutto il Mar Mediterraneo da oltre 100 anni, offrendoti traghetti veloci adatti al trasporto passeggeri, con o senza veicoli al seguito, sia per tratte di breve durata che per viaggi più lunghi. Le navi Moby partono da Civitavecchia, Piombino, Livorno, Genova, Bonifacio e Napoli.

Grimaldi Lines: i traghetti della compagnia effettuano partenze da Civitavecchia e Livorno e offrono la possibilità di viaggiare con veicolo al seguito.

Grandi Navi Veloci (GNV): effettua la rotta tra Genova e Porto Torres, con viaggi notturni della durata di circa 12 ore su navi adibite al trasporto passeggeri, con o senza veicolo.

Corsica Sardinia Ferries: è una compagnia che collega Italia e Francia da oltre 40 anni e durante il periodo estivo sono previste ben due partenze giornaliere da e per l’isola sarda.

Guida offerta da NetFerry Traghetti
Via del Mare, 26 -72100 BRINDISI
Tel. +39.0831.564257 – fax +39.0831.223042
Per approfondimenti: http://www.netferry.it

Le caratteristiche delle assicurazioni viaggio

Le assicurazioni viaggio offrono un aiuto molto prezioso in tutte quelle situazioni in cui, mentre si è in viaggio per lavoro, per piacere o per qualsiasi altra ragione, ci si trova alle prese con un imprevisto: si può trattare dello smarrimento di una valigia, del furto di un mazzo di chiavi, di un incidente in auto, di un infortunio o di qualsiasi altro inconveniente, ma con una polizza di questo tipo non si corre il rischio di pagare un conto salato. Insomma, c’è il danno ma non la beffa. Per trovare l’assicurazione viaggio più in linea con i propri bisogni e che sia in grado di soddisfare nel migliore dei modi le esigenze che devono essere affrontate, una buona norma è quella di richiedere più di un preventivo in modo tale che si abbia la possibilità di confrontare e di verificare le diverse voci di costo, individuando poi l’opzione più vantaggiosa.

Ovviamente, tale procedura può essere messa in pratica sia che ci si rivolga a una compagnia tradizionale sia che ci si rivolga a una compagnia online: anzi, se ci si mette in cerca della migliore assicurazione viaggio online si ha di sicuro la possibilità di risparmiare un sacco di tempo e un sacco di fatica, dal momento che con pochi clic si può sistemare tutto e ricevere le informazioni di cui si ha bisogno. I preventivi online vengono inviati in poco tempo, senza alcun costo e senza impegno per chi li richiede.

Le assicurazioni viaggio possono essere articolate e declinate in modi differenti, sulla base di una vasta gamma di varianti, in modo che possano andare incontro alle preferenze più diverse. Per esempio, volendo è possibile approfittare dell’occasione di beneficiare di garanzie per più trasferte: un’opzione di questo tipo è pensata per garantire un risparmio piuttosto consistente, senza far venire meno la protezione e la sicurezza delle polizze tradizionali.

Non bisogna sottovalutare, poi, l’importanza della meta di destinazione: anche il luogo in cui si viaggia, infatti, incide sulla definizione della polizza. Per esempio, se si ha in mente di andare negli Stati Uniti non si può fare a meno di dotarsi di una specifica assicurazione viaggio per gli Usa, che permette di non lasciarsi imprigionare dai cavilli burocratici americani, che – per altro – possono variare da uno Stato a un altro, anche e soprattutto per ciò che concerne il sistema sanitario, il quale – come è noto – non è pubblico, a differenza di quello italiano, e quindi può comportare spese anche molto ingenti.

Tutti i dispositivi necessari per gli amanti dell’avventura

Per gli amanti dell’avventura la tecnologia oggi mette a disposizione numerosi strumenti grazie ai quali filmare e registrare il proprio viaggio, con l’opportunità di essere costantemente informati sugli eventi, sui locali, sui ristoranti e sugli alberghi della zona. Il kit del buon viaggiatore prevede alcuni dispositivi necessari per non perdere nessun istante della vacanza e viverla in pieno. Per registrare e salvare le vostre foto è opportuno avere la migliore scheda SD per fotocamera. Avere tutti i video e le foto su una sola scheda SD è però rischioso, in quanto può danneggiarsi o perdersi. Il consiglio quindi è quello di procurarsi diverse schede SD magari da 16 GB. Dovete poi procedere al backup dei dati, salvandoli sull’hard disk di un computer. In alternativa, e forse è una soluzione anche migliore, potete salvare i vostri dati sui siti di cloud storage, come Google Drive o Dropbox, piattaforme che li conservano nel loro archivio e sono a vostra completa disposizione in ogni momento.

Lo smartphone è diventato uno strumento utilissimo anche durante il viaggio. Si può utilizzarlo come navigatore satellitare, oppure può fornirci informazioni utili su dove mangiare o dove alloggiare. Per questo motivo non dimenticate mai di portare con voi un carica batterie per smartphone alimentabile in auto, in questo modo sarà sempre carico e pronto all’uso. Se siete amanti dell’avventura nel vostro kit del buon viaggiatore non può mancare una GoPro, una videocamera molto piccola, leggera e compatta. É dotata di una lente grandangolo, grazie alla quale è possibile registrare le vostre “imprese” da tante angolazioni. Potete poi elaborare un video con la sequenza delle vostre foto, tenendo presente che la GoPro resiste a qualsiasi urto e può andare fino a 40 metri di profondità sott’acqua.

Infine accertatevi di scaricare delle buone app per le mappe per non perdersi in auto all’interno delle città. La migliore in assoluto resta sicuramente Google Maps, che può essere utilizzata anche per chi si sposta a piedi. Molto diffusa anche l’app Here della Microsoft, disponibile sia per Android che per iOS. E poi c’è Waze, l’app dal formato “social” che permette di evitare le strade trafficate e che segnala gli autovelox.

Vacanze in sicurezza: qualche suggerimento

Partire per una vacanza più o meno lunga dovrebbe essere per ognuno di noi un momento di relax e spensieratezza. Tuttavia i sempre più numerosi furti in appartamento potrebbero mettere in agitazione i più apprensivi rispetto alla sicurezza della propria abitazione.

Partire per le vacanze senza preoccupazioni rispetto alla sicurezza della nostra casa è però principalmente questione di buon senso ed applicazione di qualche semplice regola. Ce ne parlerà l’azienda Gioma srl che occupandosi di portoncini blindati Trieste e provincia, è particolarmente ferrata sull’argomento sicurezza.

 

Prima di tutto controllate di aver chiuso bene tutte le porte e le finestre anche quelle secondarie, avendo cura di eliminare ogni eventuale elemento che ne ostacoli una corretta chiusura.

 

Fate in modo che l’ingresso di casa vostra sia ben illuminato e visibile. Evitate di posizionare tende da sole di fronte all’ingresso in modo da non fornire ad eventuali mal intenzionati un ostacolo visivo dietro al quale operare indisturbati. Installate una luce che illumini l’ingresso o se la strada sui cui è posta la vostra abitazione è poco illuminata chiedete al vostro comune di posizionarvi uno o più lampioni: è un vostro diritto!

 

Evitate inoltre di nascondere le classiche chiavi di riserva nei posti più banali nei quali i malintenzionati potrebbero andarli a cercare: sotto lo zerbino, dentro un vaso o in un garage lasciato incustodito.

 

Coloro invece che per una maggiore sicurezza, ed avendo a disposizione una maggiore disponibilità economica potranno sempre installare dei sistemi di allarme interni od esterni come per esempio gli antifurto perimetrali.

 

Coloro che invece abitano in un condominio hanno la vita più facile e fondamentalmente disporre di una porta blindata o di semplici dispositivi che controllino l’apertura delle finestre, potrebbe essere sufficiente. Qualora abitiate al primo piano potete sempre installare delle inferiate di fronte alle finestre.

 

Ed infine, in generale, evitate di pubblicizzare sui social networks ed in particolare su Facebook, che siete in partenza per le vacanze!

 

Antananarivo e le sue colline sacre

La capitale del Madagascar, Antananarivo, è una città eccezionale per diversi aspetti. E’ nel 1610 che la città acquista questo statuto di capitale dell’Imerina. Il suo nome le è stato affibbiato in seguito alla vittoria del re Andrianjaka e dei suoi mille uomini nell’arco della conquista della collina di Analamanga.

Analamanga

Antananarivo è una città dal ricco passato storico. Lo testimoniano le numerose vestigia che è possibile visitare durante le nostre peregrinazioni. Cominciamo la nostra visita dalla città alta con viaggio-madagascar.com, situata sulla collina di Analamanga, la più alta delle 12 colline reali. Sita a più di 1430 m di altitudine, essa è dominata dallo splendido palazzo della regina, o Rova di Manjakamiadana.

Ambohimanga

La collina di Ambohimanga è anch’essa un luogo importante. Il palazzo che vi è eretto è un monumento classificato patrimonio mondiale dall’Unesco. Il sito è preservato particolarmente bene, soprattutto il muro esterno il cui l rivestimento è a base di uova.

Ilafy

La terza collina, quella di Ilafy, veniva una volta chiamata Ambohitrakanga, o la collina delle faraone. Il re Radama II vi è stato inumato prima di venir trasferito a Manjakamiadana. Possiamo visitarvi un museo che ripercorre il passato di questa vecchia città reale.

Ambohidratrimo e Alasora

Sulla collina di Ambohidratrimo, rimangono solo rare tracce dell’antico fasto che qui regnava. Tuttavia, una scultura che rappresenta la fecondità femminile costituisce oggi un luogo sacro per numerosi malgasci che vi vengono a fare delle offerte. È il caso anche di Alasora e del sepolcro di Andriamanelo. Vi si tiene ogni anno una cerimonia, durante la quale viene sacrificato uno zebù.

Ambohimalaza

Una volta, Ambohimalaza era usata per il rituale dei bagni reali. In questo luogo inoltre è stato sacrificato il primo zebù. Le altre sei colline sono altrettanti luoghi ricchi di storia, che meritano a loro volta di essere visitati, sia per le vestigia che per la bellezza dei luoghi.

New York, New York…

E’ la capitale del mondo, non c’è dubbio: a livello economico e non solo, New York è la città più importante del pianeta. John Lennon la paragonava a Roma ai tempi dell’Impero Romano. Se fossi nato nell’Impero, sarei nato a Roma, diceva. Oggi New York è Roma, perché gli Stati Uniti sono l’Impero Romano. Non aveva torto. Popolata da più di otto milioni di persone, è una città pazza, cosmopolita, simbolo di una Nazione. Visitarla è d’obbligo! E se per i 2017 non volete passare il Capodanno Roma, prenotate subito: un volo Roma-New York costa, ora, sui seicento euro andata e ritorno.

Nuova Amsterdam

Furono gli olandesi a fondare il primo insediamento, nel 1613, chiamandolo Nuova Amsterdam. L’area, ovviamente, era già popolata dalla tribù indiana dei Lenape che però, con l’arrivo degli europei, dovettero assistere al furto delle loro terre.

Nel 1524 era stato Giovanni da Verrazzano (noi italiani ci siamo sempre!) il primo a spingersi nella zona, senza però rimanervi. Molti anni dopo l’inglese Henry Hudson esplorò accuratamente la zona, scoprendo il fiume che oggi porta il suo nome.

Nel 1664 gli inglesi si appropriarono di Nuova Amsterdam, ribattezzandola New York; il nome venne scelto per omaggiare Giacomo II, che portava il titolo di Duca di York.

La prima capitale

Con la nascita degli Stati Uniti d’America e l’indipendenza dalla Corona Britannica, New York divenne la sede del Congresso, la prima capitale della Nazione e fu qui che George Washington giurò come primo presidente della storia statunitense.

Dopo la Guerra di Secessione Americana, i flussi migratori verso gli Stati Uniti riacquistarono vigore: milioni di europei affrontavano l’Oceano in cerca di fortuna. New York divenne il simbolo di queste speranze, tanto che nel 1886 venne inaugurata la celeberrima Statua della Libertà, donata dalla Francia.

I primi anni del Novecento furono il periodo di massimo splendore per New York: venivano costruiti grattacieli, Wall Street era il centro economico del mondo, centinaia di migliaia di afroamericani popolò la città spostandosi dagli stati del Sud. Il crollo della Borsa del 1929 ovviamente cambiò tutto, arrestando la crescita, ma la città seppe reagire sotto la guida del sindaco Fiorello La Guardia (di nuovo un italiano!).

Il Dopoguerra e il declino

La Seconda Guerra Mondiale non riuscì a togliere a New York il suo primato. Gli anni Sessanta furono caratterizzati da rivolte e disordini, a causa delle discriminazioni di cui la popolazione nera era continuamente vittima. Il decennio successivo fu palcoscenico di moltissimi episodi di criminalità e degrado.

Fu solo grazie al sindaco Ed Koch che le cose migliorarono: il suo governo durò per tre mandati, dal 1978 al 1989. Gli succedette il primo sindaco nero di New York, David Dinkins. Il suo mandato non fu però incisivo.

Nel 1994 venne eletto l’italoamericano Rudolph Giuliani, passato alla storia per il suo approccio tolleranza zero. La criminalità diminuì notevolmente e la città vide un importante aumento demografico.

L’11 settembre 2001 New York tornò sotto i riflettori di tutto il mondo. Due aerei vennero dirottati sulle Twin Towers, provocandone l’incendio e poi il crollo ed uccidendo più di tremila persone. L’episodio cambiò per sempre la storia degli Stati Uniti e del mondo intero.

Sono passati quindici anni dall’attentato ed il mondo ancora ne paga le conseguenze.

Tutte le cose da sapere per organizzare un viaggio negli USA

Il viaggio negli Stati Uniti è il “Viaggio” per eccellenza per molti. E’ importante organizzarlo per tempo, per non dimenticare tutto ciò che è necessario a viverlo con spensieratezza, rendendolo così un’esperienza indimenticabile.

La prima cosa di cui occuparsi sono i documenti di viaggio: l’Italia fa parte del Visa Waiver Program, quindi sarà sufficiente richiedere un’autorizzazione al viaggio elettronica e, ovviamente, avere un passaporto in corso di validità. Attenzione: se vi siete recati in Iran, Iraq, Sudan, o Siria, a partire dal marzo 2011, dovrete invece fare richiesta del visto.

Da non dimenticare la traduzione asseverata della patente, nel caso prevediate un viaggio “On the road”, indipendente da orari e tappe turistiche forzate: sarà necessario tradurre il contenuto del vostro documento di guida nella lingua ufficiale del paese dove viaggerete e successivamente conferire valore legale alla traduzione della patente, presentandosi in tribunale. Una volta sul posto, in caso di controlli, dovrete presentare la patente unitamente a un documento di identità. Per espletare questa procedura è possibile rivolgersi a un’agenzia specializzata, che si occuperà sia della traduzione che della pratica in tribunale.

Noleggiare un’auto è molto facile: si può fare on-line prima della partenza e una volta sul posto avrete la vostra auto, consegnando la stampa della conferma d’ordine all’ufficio del noleggio. Per la guida è necessario avere almeno 21 anni e per veicoli come i Suv 25 anni. Per alternarvi nella guida, se partite in due o più persone, è bene ricordare che sarà considerato guidatore l’intestatario del contratto di noleggio e che è richiesto un costo aggiuntivo giornaliero per qualsiasi altro guidatore.

Per un viaggio sereno negli Stati Uniti è decisamente consigliato procurarsi un’assicurazione di viaggio che copra eventuali spese mediche: il sistema sanitario americano è infatti molto oneroso e qualsiasi visita medica potrebbe risultare spiacevolmente costosa. Inoltre l’assicurazione di viaggio può darvi garanzie in caso di annullamento del viaggio, smarrimento dei bagagli, o di altri possibili inconvenienti. L’assicurazione è facilmente acquistabile on-line o in agenzia di viaggio.

Da non dimenticare: un adattatore per le prese elettriche e la carta di credito, che vi verrà richiesta in caso di costi extra nei motel e al momento del noleggio dell’auto.

Vacanze indimenticabili per tutta la famiglia nei villaggi a Vieste

Vieste è comunemente denominata La Perla del Gargano. Splendida località pugliese, in provincia di Foggia, dal tipico clima mediterraneo, caldo temperato, attrae ogni estate tantissimi turisti alla ricerca di un mare azzurro e cristallino, della tranquillità ma anche del divertimento. Le è stata conferita più volta la Bandiera Blu dalla Foundation for Environmental Education. Fa parte del la comunità montana e del parco nazionale del Gargano e grazie alla natura carsica della penisola garganica, Vieste, ad oggi, è una delle città più caratteristiche e visitate del Gargano. Il centro di Vieste sorge su una penisola rocciosa, caratterizzata da tre baie separate da due punte: punta San Francesco, sulla quale si trova il centro storico medioevale di Vieste, e punta Santa Croce, sede dei nuovi quartieri e del porto, dal quale si possono raggiungere le Isole Tremiti e la Croazia. Tra le due punte si trova la spiaggia della Marina piccola, a ovest di Santa Croce si trova la lunga spiaggia di San Lorenzo, ricca di spiagge libere, e a sud della punta San Francesco di trova la spiaggia di Pizzomunno, dal nome del monolito alto circa 25 metri situato all’inizio della spiaggia. Ma Vieste non è famosa solo per il mare, con le sue splendide spiagge e le misteriose grotte, è bella anche da visitare. Infatti le origini di Vieste si perdo no un pò nella momoria, fin da paleolitico l’uomo abitò in queste terre grazie al clima ideale e al terreno fertile. Il Gargano fù una delle prime località cristiane italiane grazie alla diffusione del cristianesimoattraverso i marinai. Si ponno ancora oggi visitare le necropoli palocristiane di S. Nicola, della Salata, di Caprarezza, di S. Tecla e di Grotta Spagnola. Inoltre è possibile visitare il Castello, edificato dagli Svevi verso la seconda metà dell’anno mille, roccaforte del paese a picco sul mare e la Basilica Cattedrale romanica, edificata sempre verso l’anno mille, in una delle zone più alte di Vieste. Caratteristico è il centro storico, con viuzze strette e tortuose fra le tipiche case bianche della Puglia, dove si trova la famosa Chiancia Amara, una pietra sulla quale sono state uccise diverse persone ad opera di Draguth Rais. Da visitare è anche il santuario di Santa Maria di Merino e la Forest a Umbra nel cuore del parco del Gargano.

Proprio lungo le bellissime spiagge, si trovano i più famosi e attrezzati residence di Vieste, ma non mancano i villaggi turistici che per loro natura attraggono moltissime famiglie ogni anno. Strutture che cercano di soddisfare la maggiora parte dei bisogni di un vacanziere sul posto di villeggiatura. Attrezzati per qualunque evenienza, dalla piscina al mare, dalle suite alle villette con garage, dal parco alla spa, dai campi da palla a volo a quelli da tennis, per chi ama il campeggio e per coloro che adorano i bungalow e non mancano supermercati, tabacchi e giornalai. Le famiglie in genere trovano proprio ciò che fa divertire i bambini e fa rilassare i più grandi. In più, ottimi e prelibati ristoranti che vi faranno scoprire i sapori della Puglia, il parco del Gargano da visitare con lunghe passeggiate e un mare spettacolare, azzurro e cristallino, renderanno la vostra vacanza indimenticabile sia nella formu la recidence Vieste, sia in campeggi e in villaggi turistici.

In genere i villaggi offrono la formula all inclusive, così da far rientrare nel prezzo della prenotazione tutti i servizi della struttura. Vengono, in genere, offerti: alloggio, cibo illimitato, attività sportive, accesso alle piscine e idromassaggi, attività ricreative e in alcuni casi anche il trasporto per le spiagge private o per l’areoporto più vicino. Composti da una parte alberghiera e da una parte residenziale costituita appunto da villette, bungalow o chalet. In più comprendono attività ricreative e animazione, una formula vincente soprattutto per le famiglie che vogliono far divertire i propri bambini con party, giochi e balli, ma anche per gli adulti che possono assistere a spettacoli serali, e per i ragazzi per i quali in genere viene allestita una discoteca all’aperto dove si balla tutta la notte senza ovviamente dar fastidio agli altri vacanzieri. Vi sono anche villaggi turistici orientati verso il benessere delle sole coppie o più in generale per gli adulti. E’ così possibile scovare un villaggio che offre dei soggiorni con spa inclusa, lezioni di fitness e cucina sana e anche corsi di formazione sull’alimentazione. Ce n’è per tutti i gusti. Basta scegliere la struttura, prenotare e godersi una sana e rilassante vacanza in una delle città più caratteristiche d’Italia, Vieste.”

Nuovi trend turistici: il fenomeno del wedding destination

Nel nostro paese si viaggia. Si viaggia per piacere. Si viaggia per lavoro. Non tutti sanno però che in Italia si viaggia anche per dire “Sì”. Stiamo parlando dei wedding destination,  quel fenomeno che sta interessando tutta la nostra penisola e che negli ultimi anni sta vedendo un flusso via via crescente di coppie straniere che hanno deciso di convolare a nozze nel bel paese.

Americani, canadesi, russi ed indiani. Queste le nazionalità degli sposi che tipicamente scelgono il nostro paese per il loro giorno più importante. Carovane più o meno numerose di persone che insieme alle cerimonie portano colori, profumi e tradizioni molto lontane dalla nostra.

Ma quali sono le caratteristiche di questi matrimoni? Si tratta solitamente di matrimoni extra lusso in cui non si bada a spese ed il budget non rappresenta un problema. Queste coppie infatti hanno la possibilità di affittare location da sogno ed ingaggiare i migliori fornitori del settore tra cui atelier d’alta moda, fotografi di matrimoni professionisti e via dicendo.

Si tratta solitamente di cerimonie con un numero limitato di invitati. Questo è giustificato dalle obiettive difficoltà tecniche di movimentare e far alloggiare un grande numero di persone. Molte coppie per questo motivo, dopo la cerimonia nel nostro paese ripropongono una cerimonia simbolica nella loro nazione, destinata a quegli amici o parenti che non hanno potuto seguirli in Italia.

Quanto alle location, esistono vari trend in questo senso. Per chi desidera un matrimonio al mare, magari con una suggestiva cerimonia al tramonto, la parola d’ordine è la costiera amalfitana. Per chi invece desidera un matrimonio vip, la scelta quasi obbligata sono le splendide residenze d’epoca sui laghi di Garda e di Como. Per chi desidera calarsi nel verde e nella tradizione italiana, la soluzione è un matrimonio tra le verdeggianti vigne di Toscana ed Umbria, in cui durante i festeggiamenti,  includere delle visite a rinomate cantine vinicole con esperienze di degustazioni enogastronomiche.

Per quanto riguarda l’organizzazione di questi matrimoni, risulta quasi obbligatorio affidarsi ad un wedding planner. Sono sempre di più i professionisti in questo frangente, che si sono specializzati nell’organizzazione di matrimoni a distanza. Figure estremamente preparare, capaci di selezionare e suggerire attraverso i mezzi digitali agli sposi i migliori fornitori della zona. Gli sposi più impavidi e ben organizzati potrebbero anche fare a meno di un wedding planner, ma sempre a patto fissare una visita sul luogo delle nozze al fine di definire gli ultimi dettagli e preparativi.

 

In vacanza con tutta la famiglia a Milano Marittima!

Immersa nella secolare pineta cervese e affacciata sul Mare Adriatico Milano Marittima è la stazione balneare per eccellenza.
Gli hotel sono circondati da lussureggianti giardini, hanno parcheggi privati e custoditi, le vie della movida sono ricche di boutique e di locali glamour.
Con il passare degli anni Milano Marittima ha saputo attirare celebri personaggi del mondo del calcio, dello spettacolo e dell’arte che qui trascorrono le vacanze riposando durante il giorno, partecipando a tornei di tennis o divertendosi a ballare tutta la notte in locali che da sempre fanno tendenza.

A Milano Marittima però ci sono svago e divertimento per tutte le età essendo a pochi chilometri da un grande parco divertimenti come Mirabilandia, uno dei parchi a tema più grandi d’Italia, che annovera tra le sue attrazioni un’immensa ruota panoramica, quotidiane gare tra le macchine ad alta velocità, centinaia di giochi per i bambini di tutte le età nonché una vera e propria spiaggia tropicale.

Chi vuole trascorrere le vacanze a Milano Marittima può scegliere tra tanti alberghi eleganti e confortevoli di differente categoria, e quindi di vari prezzi che propongono camere singole o doppie, servizi tra i migliori del settore, trattamento in pensione completa con bevande ai pasti oppure pernottamento e prima colazione.
Inoltre sono previsti sconti e promozioni per le famiglie con bambini, con la possibilità di soggiorno gratuito per il primo bambino e di uno sconto sul secondo.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che gli hotel Milano Marittima sono attrezzati in modo efficiente anche per i bambini più piccoli, hanno strutture per preparare a parte i pasti per i neonati, animazione e baby-sitter per i più grandicelli, nelle camere ci sono culle e lettini da campeggio e, per chi dorme già nel suo letto, sono fornite delle spondine di protezione.
I bagni possono essere attrezzati con vaschette, indispensabili per i bimbi in tenera età, e riduttori per WC.
E’ prevista anche la fornitura di scalda biberon e sterilizzatori, fasciatoi e passeggini.

Gli hotel sono perfettamente attrezzati anche dal punto di visto culinario: vengono infatti preparati piatti per chi soffre di celiachia, per chi sceglie la cucina vegetariana o vegana, che esclude totalmente l’uso di prodotti animali e loro derivati.

Chi ama gli animali può portarli con sé anche in vacanza e divertirsi a giocare in spiaggia e a fare passeggiate nella pineta grazie ad hotel dotati di servizi che consentono di non disturbare gli altri ospiti, ad esempio molti hanno salette ristorante riservate ai clienti con animali al seguito, convenzioni con i veterinari, spiagge private pet-friendly o certificate per ricevere animali in apposite zone con servizi a loro dedicati.