Salento: consigli di viaggio

Il tacco d’Italia è una terra da scoprire, da vivere e purtroppo (o per fortuna) è meta di tantissimi turisti da tutta Italia e non solo. Ecco alcuni consigli sul “quando, dove e come” organizzare al meglio le vostre vacanze in Salento.

Periodo migliore

Ovviamente la penisola salentina, così come ogni altra località esposta per tre lati sul mare è un posto affascinante e bellissimo in ogni periodo dell’anno, caldo o freddo che sia.

Ma diciamo che il periodo ideale parte da marzo, quindi in primavera e arriva fino a novembre, comprendendo perciò tutta la stagione estiva e l’autunno.
L’inverno purtroppo è un periodo particolare e soggetto ai cambiamenti metereologici, si potrebbe trovare sia una temperatura mite, ma anche giornate di pioggia che sembrano non finire più.

Detto ciò, purtroppo molti lavoratori non hanno sempre ampie possibilità di scelta per le loro ferie e dunque potrebbero recarsi in Salento solo nei mesi estivi, ma nessun problema, di seguito consigli preziosi anche per questo periodo.

Potremmo dividere i mesi estivi in quattro periodi, in base alla presenza di turisti:

  1. Le prime settimane di giugno e le ultime di settembre:

sono di certo il periodo in cui c’è pochissima gente sulle spiagge, ci sono i temerari che già dai primi giorni di giugno si recano al mare (e qualcuno anche dal 1 di maggio) e poi gli appassionati, gli amanti del mare che continuano a fare il bagno fino a settembre (e anche ottobre!)

  1. Fine giugno, primi di luglio:

la situazione cambia un po’, le spiagge si affollano ma si mantiene un certo ordine e “c’è spazio per tutti”

  1. Da metà luglio fino alla fine di agosto:

ci sono tanti turisti, le località marine sono molto frequentate, soprattutto nei weekend

  1. La settimana di ferragosto:

può essere definita come un formicaio, “non c’è tanta gente, di più”, rende l’idea?

Dove andare

Se avete prenotato una vacanza in primavera potete godere del paesaggio fiorito partecipando ad alcune gite di trekking organizzate o fare da soli delle rilassanti passeggiate all’aria aperta, tra le campagne colme di ulivi e fiori selvatici. E nelle giornate più soleggiate ci sta anche una passeggiata sul lungomare (se siete vicino agli scogli) o sul bagnasciuga se siete in spiaggia.

Durante l’estate, chiaramente, la temperatura sale e il mare cristallino chiama. Si possono trascorrere intere giornate in spiaggia e la sera, recarsi in qualche sagra, evento estivo tipico salentino, ce n’è per tutti i gusti.

Costa adriatica o ionica? A voi la scelta, non rimarrete mai delusi.

Alcuni consigli

Se possibile, evitate il mese di agosto poiché i prezzi di hotel o villaggi o case aumentano un po’, d’altronde come in tutte le località balneari in estate.

Se decidete di prendere in affitto una casa (e probabilmente lo farete da lontano) chiedete quante più informazioni possibili (posizione esatta, vicinanza al mare, presenza di servizi principali) richiedete tante foto, chiedete se la spiaggia più vicina è sabbiosa o con scogli (magari avete bambini piccoli).

All’ora di pranzo o cena, se volete assaggiare qualcosa di tipico e non un panino in spiaggia, è preferibile spostarsi dal centro, sia per pochi metri che per raggiungere qualche paesino vicino e recarvi in tipiche trattorie sicuramente a prezzi più accessibili.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*