Isola d’Elba: come arrivarci e cosa vedere

L’isola d’Elba è la più grande isola dell’intero arcipelago toscano ed ogni anno, in particolar modo durante la stagione estiva, è in grado di attrarre a sé migliaia di turisti che vogliono scoprirla ed ammirarla da vicino per godere delle sue meravigliose spiagge ed acque cristalline, dei musei ricchi di cultura e dedicati soprattutto a Napoleone Bonaparte e degli incredibili percorsi da trekking, imperdibili per coloro che sono appassionati di sport a contatto con la natura.

Quest’isola è collegata ovviamente alla terraferma tutto l’anno ma, com’è facile immaginare, è durante il periodo più caldo che le corse di traghetti ed aliscafi sono più frequenti. Per arrivare all’isola d’Elba è possibile partire solo da Piombino. In compenso, le mete che è possibile raggiungere sono tre: Portoferraio, Cavo e Rio Marina. Il primo di questi porti, essendo il più centrale e vicino a diverse attrazioni turistiche, è anche quello più gettonato per raggiungere l’isola. Cavo ha invece dalla sua parte il fatto di essere il porto più vicino a Piombino. Ciò permette di arrivare a destinazione in soli 30 minuti di traghetto (se avete con voi auto o moto) e soli 15 minuti con l’aliscafo (ideale per chi non ha con sé alcun veicolo). Durante l’estate, vista l’incredibile vicinanza dell’Elba alla Corsica, vengono attivate anche delle corse dall’isola francese, ideali per i turisti stranieri che vogliono raggiungere l’isola.

Sul Web è possibile reperire rapidamente tutti gli orari dei traghetti in partenza per l’isola d’Elba così da poter organizzare per tempo la propria vacanza e magari prenotare i biglietti, così da non avere problemi col posto auto e moto al momento dell’imbarco, soprattutto nei periodi più caldi nei quali sono previste ogni giorno centinaia di arrivi e partenze.

Una volta giunti sull’isola, c’è solo l’imbarazzo della scelta viste tutte le incredibili località che è possibile visitare. Oltre alle spiagge più vicine al porto di Portoferraio, spesso caratterizzate da ciottoli o da sabbia fine e bianchissima, è possibile spostarsi lungo la costa per trovare lidi presso i quali praticare snorkeling ed ammirare la posidonia tipica di questo territorio. La maggior parte delle spiagge, sia quelle centrali che quelle su altri versanti dell’isola, sono libere ma non mancano stabilimenti attrezzati per chi anche al mare preferisce il massimo comfort.

L’isola d’Elba offre però ai suoi visitatori tantissimi altri tesori da scoprire come il Monte Capanne, alto poco più di 1000 metri, che è l’ideale per coloro che amano il trekking. Questo territorio gode di paesaggi mozzafiato in ogni angolo. Per chi desidera passeggiare nel verde e vivere un pieno contatto con la natura, il consiglio è di prendere nota di queste località: Pianose, Rio Elba, Marciana ed Enfola. Qui troverete le cosiddette Case del Parco, dei punti informativi realizzati dal’ente che vi suggeriranno percorsi naturalistici tra passeggiate nei boschi, gite a cavallo e molte altre attività, anche per i più piccoli, ideali per scoprire la flora e la fauna del territorio ed ammirare da vicino la bellezza di questo territorio così eterogeneo ma al contempo armonioso.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*